Pubblicare sui social: i tool migliori

166

Quando mi confronto con imprenditori e startupper e si parla di comunicazione, ricevo sempre la stessa richiesta: “I canali social su cui pubblicare i miei contenuti sono diventati troppi, mi aiuti a risparmiare tempo?”. 

Confesso che fornisco sempre la stessa risposta: “Ci sono un sacco di strumenti che ti possono aiutare, ma ricorda che le piattaforme social devono essere vissute in prima persona e che il community management è fondamentale”.

Fatta questa precisazione, ogni volta, provo a identificare quali possano essere gli ambiti e le situazioni in cui i tool per pubblicare sui social ci possano dare un grande aiuto:

  • Content curation – cioè tutte quelle attività di ricerca prima, selezione e pubblicazione poi, di contenuti provenienti da fonti esterne, giudicate in linea con il target e con gli obiettivi di business
  • Mancanza di tempo – una delle situazioni più frequenti, in azienda magari sono stati attivati molti canali social (spesso sono troppi e alcuni inutili) e si deve pubblicare un contenuto contemporaneamente su più piattaforme.

In linea generale questi software per pubblicare sui social ci aiutano quindi a pubblicare in automatico contenuti provenienti da altre fonti, queste possono essere i feed RSS del nostro sito web, oppure dei nostri business partner, con il vantaggio di poter effettuare pubblicazioni multiple in uno stesso lasso di tempo.

Alcune teorie sostengono che la pubblicazione sui social tramite piattaforme esterne penalizzi la portata dei nostri post, in realtà questo non è mai stato dimostrato al contrario invece dell’inserimento di link esterni, dove la reach è naturalmente più bassa.

Oggi voglio quindi presentarvi alcuni strumenti che vi permettano di risparmiare tempo pubblicando contenuti sui social media.

Vediamoli insieme

Hootsuite

Uno dei tool più conosciuti e diffusi per la gestione dei social.

La piattaforma permette di programmare in anticipo i post da pubblicare e di caricare un set di contenuti in formato CSV. La funzione calendario consente di visualizzare tutti i contenuti da pubblicare e la app per dispositivi mobile di gestire tutto in mobilità.

Hootsuite fornisce anche numerose integrazioni con servizi di terze parti per una gestione più completa dei processi di marketing e comunicazione. Hootsuite viene offerto con un piano free molto limitato (3 profili social e 30 messaggi pianificati), oppure piani che vanno dai 25€/mese (10 profili social e pianificazione illimitata), fino ai 599€/mese per la versione Business (35 profili social, pianificazione illimitata e multiutenza)

PostPickr

La suite di gestione dei social tutta italiana ha fatto passi da gigante negli ultimi anni: oltre a permettere la pubblicazione simultanea e la programmazione dei post sulle piattaforme più diffuse, di recente ha introdotto la pubblicazione diretta su Instagram ed ha ampliato il portafoglio di piattaforme aggiungendo anche Telegram e Google My Business. 

Anche PostPickr permette di creare un feed di pubblicazione basato su flussi RSS (quindi in automatico da qualsiasi sito web) e programmare questi feed attraverso la creazione di rubriche tematiche, molto simili come concezione ad un palinsesto tv. I singoli post possono essere personalizzati con immagini caricate da computer o disponibili in rete grazie all’integrazione con il famoso contenitore royalty-free Pixabay. PostPickr rende disponibile dal piano Business l’integrazione con Designbold, un tool che permette di creare graphic design, senza dover uscire dalla piattaforma.

Pospickr viene offerto con piani che vanno dal limitato free, fino al completo “agency” a 159€/mese. Le differenze, naturalmente, stanno tutte nelle funzionalità, nei profili collegabili e nella quantità di contenuti programmabili.

Dlvr.it

Anche Dlvr.it fa parte della grande famiglia dei tool per pubblicare sui social, a differenza di altri, si dedica esclusivamente sulla pubblicazione automatica di blocchi di contenuti e non sui singoli post.

Proprio per questo motivo, il team di Dlvr.it si è concentrato nel rendere l’esperienza di pubblicazione automatica il più “umana” possibile, per esempio permettendo di filtrare i feed RSS attraverso keyword specifiche. Per esempio posso impostare un feed in entrata del Corriere della Sera e poi dire a Dlvr.it che pubblichi soltanto i contenuti dove c’è la keyword “business”. Al tempo stesso posso escludere determinate keyword dalla coda di pubblicazione.Dlvr.it è disponibile nel piano free (3 piattaforme, 3 post al giorno, 3 feed), nel piano Pro a 8,29$/mese (10 piattaforme, post illimitati, 50 feed) e nel piano Plus 24,99$/mese (15 piattaforme, post illimitati, 75 feed).

Buffer

Un altro grande classico degli strumenti per pubblicare sui social è Buffer, nato diversi anni fa come semplice tool di publishing, nel corso degli anni si è trasformato aggiungendo alcune funzionalità e dividendo il prodotto in più segmenti:

Publish – il nucleo originario del prodotto che permette di pubblicare sui social e collaborare con i membri del team sui progetti editoriali.

Reply – la funzionalità di community management per rispondere in tempo reale a commenti e interazioni sui nostri canali.

Analyse – il blocco di statistiche e analytics per misurare la bontà della nostra strategia social.

La differenziazione di prodotto in Buffer, si evidenzia anche nel pricing che per il tool Publish va dai 15$/mese ai 99$/mese, per il Reply dai 50$/mese ai225$/mese e per Analyse da 35$/mese a 50$/mese.