Potenziamento delle competenze digitali e di cittadinanza, il MIUR raccoglie proposte

188
competenze digitali

Il MIUR ha emanato l’Avviso pubblico per la raccolta di proposte progettuali da parte delle Istituzioni Scolastiche per la realizzazione di azioni per il potenziamento delle competenze digitali e di cittadinanza degli studenti attraverso metodologie didattiche innovative.

Le proposte formative devono prevedere il coordinamento e la gestione di progetti didattici e laboratoriali sia di rilevanza regionale che nazionale e internazionale. 

Tra le finalità, oltre a  potenziare le competenze di cittadinanza digitale ci sono:

  • la realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda ONU 2030, nell’ambito delle misure previste dall’azione #15 del PNSD; 
  • la promozione di approcci innovativi di orientamento alle professioni digitali del futuro, secondo quanto previsto dall’azione #21 del PNSD sulle carriere digitali. 

Le candidature, contenenti il progetto, devono essere inoltrate entro e non oltre le ore 15.00 del 15 novembre 2019.

EIPASS ti supporta nella progettazione e nella documentazione, mettendo a disposizione la sua pluriennale esperienza nella certificazione delle competenze digitali in ambito scolastico, con percorsi specifici e metodologie innovative.

Scopri di più

Chi può presentare la proposta progettuale?

Le istituzioni scolastiche del secondo ciclo di istruzione, anche in rete fra loro; il primo ciclo, gli omnicomprensivi e i CPIA possono partecipare esclusivamente in rete con le istituzioni scolastiche del secondo ciclo, che ricopriranno il ruolo di capofila. 

La scuola proponente può scegliere di presentare un progetto di rilevanza regionale oppure di rilevanza nazionale e/o internazionale:

  • I progetti di rilevanza regionale devono prevedere una rete di almeno 3 scuole, compresa la capofila.
  • I progetti di rilevanza nazionale devono indicare le modalità di coinvolgimento delle istituzioni scolastiche di altre regioni ed eventualmente delle scuole di altri Paesi.

È, inoltre, ammesso il coinvolgimento di enti pubblici, università, centri di ricerca e organizzazioni senza scopo di lucro.

Caratteristiche delle proposte ammissibili

  • Progettate e realizzate con l’utilizzo di metodologie didattiche innovative e delle nuove tecnologie, secondo un approccio laboratoriale che valorizzi il talento e la creatività degli studenti, all’interno del curricolo scolastico;
  • prevedere il coinvolgimento attivo di altri soggetti per stabilire partenariati strategici, per la promozione di percorsi didattico-educativi sugli obiettivi di sviluppo sostenibile;
  • declinare l’attuazione di uno o più degli obiettivi dell’Agenda 2030 con soluzioni innovative, a partire dal contesto scolastico;
  • prevedere attività innovative mirate all’orientamento degli studenti verso le professioni del futuro, sulla base degli scenari generati dallo sviluppo sostenibile e dalle nuove tecnologie;
  • avere una durata massima di 2 anni scolastici e concludersi entro il 30 giugno 2021. 

Contributo stanziato e spese ammissibili

Il contributo massimo attribuibile dal MIUR a ciascuna rete per la realizzazione di proposte progettuali di rilevanza regionale è pari ad euro 80.000,00

Le spese ammissibili per la realizzazione della proposta progettuale sono relative a: 

  • spese di personale connesse alle attività (spese per docenti ed esperti); 
  • materiali e beni di consumo (esempio: materiali didattici di consumo, beni deperibili, cancelleria, etc.); 
  • spese per l’organizzazione delle attività (esempio: mobilità studenti, noleggio di piccole attrezzature funzionali alle attività, altri servizi esterni, etc.); 
  • spese di coordinamento e gestione amministrativa (esempio: spese di gestione amministrativa, eventuale compenso coordinatore progetto e altro personale interno alla scuola – max 10% del totale del contributo assegnato ed effettivamente rendicontato).