Didattica a distanza: l’esperienza di una scuola del Network EIPASS

144

Condividiamo l’esperienza virtuosa della Scuola Paritaria San Giovanni Battista di Roma che, per gli studenti della primaria e della secondaria di primo grado, ha adottato il programma EIPASS Junior.

Il prof. Andrea Pecchi ci ha spiegato come svolgono la didattica a distanza nell’istituto.

“Abbiamo adottato la piattaforma Microsoft Teams per tutti i livelli di istruzione, dall’infanzia al liceo, non solo nella nostra scuola principale di Roma ma anche in altre scuole appartenenti sempre alla Congregazione. La scelta è stata data dalla facilità d’uso della piattaforma, dal fatto che è multipiattaforma (quindi nessun alunno o insegnante è escluso) e che Microsoft fornirà supporto alla scuola fino a settembre (quindi viene garantito l’uso fino alla fine dell’anno scolastico).

A livello di insegnanti, sicuramente i più giovani hanno avuto meno problemi nell’imparare ad usare la piattaforma ma anche i colleghi con più esperienza si sono messi in gioco (dopo aver spiegato loro i vantaggi nell’uso di una piattaforma multimediale piuttosto che l’uso di sole email). I colleghi sono stati messi in condizione di comprendere bene la piattaforma grazie al supporto da parte mia (che sono anche l’insegnante di Informatica) che di altre persone. In altre 7 scuole di Roma e dintorni , della Campania, di Firenze e di San Benedetto del Tronto , sono stati nominati dei responsabili che ho provveduto a formare e ad aiutare  sia nell’installazione che nella configurazione  della piattaforma. Ognuno di loro poi ha potuto così formare i loro colleghi e ad applicare la piattaforma alle varie classi.

Per le scuole medie e liceo non ci sono stati problemi con i ragazzi (anche grazie alle numerose informazioni date loro ed al manuale di istruzioni fornitogli) e al modo di lavorare per i ragazzi di questa età. Naturalmente abbiamo dovuto fare delle piccole modifiche (come delle lezioni un po’ più corte ) per il problema di concentrazione che si ha lavorando al computer per tante ore , compensata tantissimo dal fatto chela qualità è molto alta (non ci sono distrazioni o interruzioni durante la lezione come accade in classe).

I dubbi maggiori sono stati con la scuola primaria a causa della differenza di “rapporto” che gli insegnanti hanno con i bambini, sicuramente molto più “sensibili” alla figura del maestro. Ma la possibilità di sentire la voce e vedere i maestri e  i loro compagni, li ha rincuorati molto e sono molto contenti di partecipare alle lezioni.

Il buon livello tecnologico della nostra scuola è stato sufficiente per affrontare l’emergenza con velocità e qualità: l’informatica, anche se non più presente nei programmi ministeriali, viene insegnata fin dalla prima elementare,  e questo ha permesso ai bambini (e di conseguenza ai più grandi) di non aver “timore” nell’usare strumenti diversi ma anzi, sono stati entusiasti.

Ricordo che provvedo a formare i bambini e i ragazzi anche grazie alla certificazione EIPASS Junior (3-4-5 primaria e scuole medie) e questo è stato di grande aiuto.”

Grazie al prof. Pecchi e grazie alla Scuola Paritaria San Giovanni Battista di Roma!

Chiunque abbia voglia di condividere con noi le sue esperienze virtuose di Didattica a distanza può scriverci all’indirizzo centrostudi@eipass.com