5 strumenti per mettere in sicurezza le tue comunicazioni online

118

La comunicazione online deve rispettare un punto che può essere riassunto con un concetto chiaro: sicurezza. Siamo sempre alla ricerca di strumenti per comunicazioni online sicure e a tutti fa piacere sapere che c’è qualcuno che vigila sui propri diritti.

Il web ci ha dato grandi possibilità, ha ridotto i limiti e amplificato le capacità comunicative. In passato c’era il telefono, poi è arrivato il cellulare con squilli e messaggi. Subito dopo abbiamo avuto la possibilità di sfruttare l’intuizione di Steve Jobs: lo smartphone, connesso a internet e con le giuste applicazioni, è diventato il nostro ubiquitous computing.

Vale a dire, secondo Wikipedia, un modello post-desktop di interazione uomo-macchina in cui l’elaborazione delle informazioni si integra in oggetti e attività di tutti i giorni

Anche la comunicazione si sviluppa su questo modello e sfrutta decine di applicazioni per migliorare la nostra esigenza di connessione. Possiamo mandare messaggi con allegati, organizziamo videochiamate, lavoriamo e organizziamo attività ludiche. Ma in che modo?

Quali sono gli strumenti per comunicazioni online sicure?

Non tutte le applicazioni rispettano gli standard di sicurezza di comunicazione online e privacy delle informazioni. Per questo l’Electronic Frontier Foundation – organizzazione internazionale per la tutela dei diritti digitali – ha analizzato le principali applicazioni.

Tramite quest’analisi ha creato una classifica con singole valutazioni rispetto ai principali punti per avere una comunicazione online sicura. Quali sono, quindi, le app per comunicare online in sicurezza? Ecco una manciata di nomi per le tue conversazioni online.

ChatSecure

Iniziamo con un’app per inviare messaggi su dispositivi iOS. La valutazione di Electronic Frontier Foundation è positiva, può essere considerata una delle soluzioni migliori per comunicare con amici e colleghi in sicurezza. Quali sono i vantaggi per chi usa ChatSecure?

Primo passaggio utile: l’applicazione non ha pubblicità, ma i vantaggi non finiscono qui. Il codice sorgente è gratuito, open source e disponibile su GitHub. L’applicazione supporta OMEMO encryption e OTR encryption over XMPP con notevoli garanzie in termini di sicurezza. La protezione dei dati salvati in locale è affidata a un sistema di password. 

ChatSecure si installa in un attimo sul dispositivo, utilizza solo librerie crittografiche open source e può operare con altri client che supportano i protocolli OMEMO o OTR e XMPP. 

Inoltre ci sono notevoli vantaggi pratici: puoi mandare file in modalità anonima, aggiungere una domanda di sicurezza per verificare chi sta usando l’applicazione e impostare un pulsante per le situazioni di emergenza che cancella l’app dal telefono.

Telegram

Impossibile da ignorare: Telegram è una delle app di messaggistica più famose del web. Il motivo? Da sempre mette al primo posto la privacy degli utenti, un benefit non indifferente.

In realtà può essere considerata anche una delle app più avanzate in termini di funzionalità, soprattutto grazie alla funzione che usiamo per creare gruppi pubblici che ha aperto nuove frontiere della comunicazione online. Inoltre, oltre alle classiche chat, puoi: 

  • Scambiare messaggi vocali.
  • Inviare videomessaggi.
  • Usare chatbot avanzati.
  • Creare chat di gruppo.
  • Mandare fotografie, video, stickers.
  • Trasferire file fino a 1,5 GB.

Ma i vantaggi in termini di privacy? Perché inseriamo Telegram tra gli strumenti per comunicazioni online sicure? Importante è la presenza di chat segrete oltre quelle classiche: le prime offrono una cifratura end-to-end fra i due dispositivi che portano avanti la conversazione che non rimane salvata sui server Telegram.

Inoltre le chat segrete usano lo scambio di chiavi Diffie-Hellman per impostare un tempo di autodistruzione. Il messaggio è stato visualizzato? Dopo un certo periodo viene cancellato.

Wickr

Ottima opzione per chi cerca un’applicazione in grado di garantire sicurezza e privacy. Wickr si basa su crittografia end-to-end e offre funzionalità avanzate che fanno la felicità di chi è abituato a comunicare online. Puoi fare chiamate vocali e video, effettuare il trasferimento file, attivare bot e soddisfare le esigenze di una comunicazione professionale.

Infatti c’è la versione pro di Wickr che consente di integrare le caratteristiche di un programma basato sulla messaggistica (sempre sicura, attenta alle necessità di chi vuole tutelare la privacy) con le funzionalità di strumenti come Slack. Esistono tre versioni:

  1. Wickr Me.
  2. Enterprise
  3. Wickr Pro.

In ogni caso il percorso per iniziare a usare quest’applicazione è semplice e intuitivo. La scarichi (è disponibile per iOS, Android e Windows) e inizi a comunicare mantenendo sempre al sicuro i tuoi dati. Le versioni enterprise hanno il vantaggio di integrarsi perfettamente con gli altri strumenti che usi per organizzare i flussi di lavoro.

Silent Circle

Altra applicazione che riceve il massimo punteggio dalla Electronic Frontier Foundation. In questo caso ci troviamo di fronte a una enterprise solutions for secure mobile communications. Vale a dire un’applicazione per comunicazioni mobile sicure e pensate per un uso professionale, che va oltre l’attività individuale e personale.

In sintesi, si tratta di un’app pensata per lavoro. D’altro canto è intuibile il fatto che ci sia bisogno di strumenti per comunicazioni online sicure in questi ambiti: voglio parlare con clienti, colleghi, fornitori e collaboratori in totale sicurezza. Libero di condividere informazioni aziendali senza la paura di far entrare malintenzionati nelle conversazioni.

Silent Circle, disponibile per Android e iPhone, offre proprio questo: un’applicazione di messaggistica aziendale che mette al primo posto la sicurezza. Che si mette a disposizione degli utenti nelle chiamate, nel trasferimento file e nello scambio dei messaggi.

Per rispettare le migliori pratiche di sicurezza, la Silent Circle non ha accesso delle chiavi che tutelano i dati delle comunicazioni. Conversazioni, scambi di video, comunicazioni via testo o immagini: tutto questo viene protetto da un sistema di crittografia robusto.

Signal Messenger

Interessante applicazione per effettuare chiamate vocali crittografate. Ma non solo: puoi anche inviare messaggi individuali e di gruppo con testo, voce, video, documenti e immagini di alta qualità. Insomma, le funzioni sono quelle che amiamo e usiamo ogni giorno.

In più c’è la sicurezza. Ogni tipo di attività (sia testuale che vocale) viene protetta da crittografia end-to-end, pensata per proteggere la privacy della comunicazione. Nessuno può leggere, vedere o ascoltare la tua attività: i server di Signal non hanno accesso ai dati.

I messaggi a scomparsa consentono di impostare delle comunicazioni in grado di auto-cancellarsi dopo un determinato periodo. Poi c’è un sistema interessante: la verifica. 

L’app permette agli utenti di controllare la reciproca identità. Durante le chiamate, infatti, compariranno sullo schermo due parole. Sono le stesse? Perfetto, non ci sono problemi. 

Qual è la migliore applicazione per comunicare in sicurezza?

Non è possibile individuare un unico nome da suggerire in ogni occasione. Ogni soluzione ha le sue caratteristiche che possono essere utili in determinati casi. O diventare un impedimento per chi ha altre esigenze. Di sicuro queste sono app che danno buone garanzie in termini di sicurezza: scegli quella in grado di adattarsi alle tue necessità.