30 giorni di Social Media Marketing

540

Sento sempre più spesso parlare di mancanza di tempo: quanti di noi avremmo voluto più tempo da trascorrere o investire in azioni che ci piacerebbe fare?

Questi giorni, trascorrendo una quarantena obbligatoria e responsabile, se ci pensiamo abbiamo una piccola o grande opportunità da cogliere, non solo per l’assenza di spostamenti – chi vive nelle grandi città lo sa bene – in particolare per gli studenti, tra i quali coloro che frequentano le scuole e coloro che sono all’università, ma si ha più tempo soprattutto per concentrarsi su noi stessi e leggere quel libro o iniziare quel corso che avremmo sempre voluto fare. Alla luce di questo ho riflettuto a lungo nelle settimane in cui si iniziava a parlare della chiusura delle scuole, se fosse opportuno impreziosire di valore questo tempo per creare un’opportunità per chiunque volesse dedicarlo alla formazione, lasciando decidere a chi mi segue se investirlo davanti alla tv e ai social media oppure cogliere questa occasione con un approccio più formativo. 

Da ormai 10 anni mi occupo di social in maniera professionale e una grande passione per la formazione mi spinge quotidianamente a dedicare tempo per studiare chi è più bravo di me, con un approccio volto al miglioramento continuo. 

Chi mi conosce sa quanto che mi piaccia fare dei test e sperimentare e, appena si è capito che la situazione stava diventando più seria, ho deciso di regalare le mie lezioni più recenti di Social Media Marketing per 30 giorni, senza alcun costo, senza richiedere la carta di credito e senza alcun vincolo futuro di acquisto o rinnovo automatico. 

Ho scelto un range di tempo che potesse coprire la quarantena, in modo da dare la possibilità a tutti – anche a coloro che non sono studenti o non si occupano da vicino di questo settore – di approfondire la tematica qualora fosse stata di loro interesse. 

Ho realizzato un meccanismo virale per cui, per ricevere le lezioni e farle arrivare a più persone possibili, gli utenti dovessero seguire una meccanica che su Instagram è già familiare a tutti: condividere il mio post nelle loro stories taggandomi.

E’ stato molto bello vedere una reazione incredibile da parte di chi mi segue e questa iniziativa ha avuto un impatto che ha superato di gran lunga le mie aspettative, raggiungendo centinaia di migliaia di persone e decine di migliaia di richieste di accesso al corso gratuito. Mi sono impegnato a rispondere a più di 42.000 messaggi anche a tarda notte, con l’aiuto di alcuni preziosissimi volontari che hanno contribuito a rendere possibile la realizzazione di questo esperimento.

Dopo aver dedicato decine di ore a rispondere a tutti coloro che potevo, anche nel giorno del mio compleanno, le richieste continuavano a salire e per non lasciare nessuno fuori dall’iniziativa, ho deciso di mettere a disposizione di chiunque avesse voluto, il link per accedere al mio corso, sia in BIO che nelle stories su Instagram, dedicando un post ad hoc nel mio feed.

Ho organizzato anche una diretta su Instagram per raccontare come stava andando e per aiutare l’attenzione di chi non aveva seguito correttamente la procedura e per fargli arrivare il link il più velocemente possibile. Il post in questione mi ha aiutato ulteriormente sia a coinvolgere coloro che avevano incrociato l’iniziativa sul web sia a raccogliere i loro commenti positivi a riguardo.

L’iniziativa non aveva finalità commerciali, ma il solo scopo di realizzare una forma di regalo che fosse a portata di tutti e utile in questi giorni che stiamo trascorrendo a casa. Ho potuto regalare 4 mesi di lezioni senza alcun problema dato che il 90% del mio fatturato è consulenza ad aziende medio grandi e la formazione è ad oggi una grande passione, ma non è il mio core business. Ho deciso inoltro di non mettere alcun criterio di profilazione e sono convinto che il 90% di chi ha ottenuto il regalo non l’avrebbe comprato (perché si occupa di altro o per disponibilità economiche), quindi il bello sta proprio nel ricevere qualcosa di veramente inaspettato.

Ho sempre creduto che per generare del bene fosse necessario partire da noi, pensando a cosa potessimo fare in prima persona per modificare una situazione scomoda o migliorarla contribuendo con una buona azione, è per questo che nel tempo ho cercato di dare vita a dei momenti di gifting reali nel miglior modo che conoscessi, tra cui l’idea di “Una Donazione Con” o la raccolta di coperte per decine di migliaia di persone che purtroppo vivono per strade. Questi due sono due progetti a cui tengo molto e dei quali magari parleremo presto. 

Sono cresciuto con la corretta convinzione che la beneficenza si faccia in silenzio ma credo che oggi i social media siano uno strumento per raggiungere e attivare velocemente un numero elevato di persone, e possiamo dunque usarli per attivare le community intorno a delle cause senza aspettarci niente in cambio. Per chiunque volesse avere accesso gratuito alle lezioni basta che mi contatti su Instagram o su altri social in cui sono presente quotidianamente. Buono studio a tutti, Luca La Mesa