I seggiolini antiabbandono diventeranno obbligatori a partire dall’1 luglio 2019

Sarà in vigore da Luglio la legge che imporrà a chiunque trasporti bambini in auto di dotarsi di seggiolini forniti di sensori che rilevano la presenza del bambino a bordo. Questi dispositivi saranno collegati via bluetooth allo Smartphone del genitore alla guida, e segnaleranno tramite dei rumori acustici quando il bambino viene lasciato in auto.

Il provvedimento nasce per evitare altri drammatici casi di cronaca in cui l’amnesia dissociativa del genitore si è rivelata fatale per i bambini, rimasti in auto da soli per ore.

Da oggi è possibile trasformare un normale seggiolino in un modello di ultima generazione, dotato di sensori, senza doverne comprare uno nuovo. Tutto ciò grazie ad una Start up italiana: Filo, che ha inventato e prodotto un cuscino Hi-Tech, “Tata”, presentandolo alla Maker Faire 2018, la fiera dell’innovazione promossa dalla Camera di Commercio a Roma.

Si tratta di un piccolo cuscino, realizzato interamente in Italia, da inserire all’interno del seggiolino. 

Se il genitore dovesse dimenticare il figlio in auto, il dispositivo lo avverte attraverso lo smartphone. 

Nel caso in cui l’avviso non fosse sentito, ad esempio perché il telefono è rimasto in macchina, il dispositivo contatterà 5 numeri di emergenza preimpostati, inviando anche un sms con la posizione del veicolo.
A differenza di altri dispositivi che riconoscono solo la pressione, Tata “sente” il bambino perché ne rileva la conduttività elettrica. 

I sensori riescono quindi a distinguere se sul seggiolino ci sia seduto il bimbo o, ad esempio, una busta della spesa.