Real Time Marketing: un trend da seguire o una tecnica di comunicazione?

121

Real Time Marketing o Instant Marketing: non è una moda, ma un nuovo ed immediato approccio strategico di comunicazione adottato dalle aziende per aumentare la rilevanza della marca, entrare in un mercato e ottenere un risultato incisivo sulle vendite.  

Che differenza c’è tra Real Time Marketing e Instant Marketing?

Fare Real Time Marketing significa reagire in modo tempestivo a quello che avviene nell’ambiente esterno rispondendo alle sollecitazioni che riguardano la marca e offrendo dei contenuti stimolanti ad un pubblico specifico che risponda in maniera rapida, l’utente viene invitato dalla marca a compiere un’azione, un’interazione o ad innescare un dialogo. A differenza del Real Time Marketing, l’Instant Marketing corrisponde alla tecnica del Newsjacking, ovvero, quella di cavalcare l’onda delle breaking news, delle notizie più in voga del momento e attirare a sé l’attenzione dell’audience con il fine di far diventare quel contenuto virale.  

Quanti modi di fare Real Time Marketing esistono?

  • Instant Marketing
  • Customer Interaction
  • Brand Events
  • Anticipated Events
  • Location/Object Based
  • Predictive Analytics Based

Uno l’ho già citato, forse il più conosciuto: è quello di fare Instant Marketing e sfruttare le BREAKING NEWS o un evento mediatico e quindi di interesse popolare in maniera abile ed intelligente per rilanciare i VALORI della marca e acquisire un’indiretta notorietà. Ad oggi, sono tante le aziende che sfruttano a proprio vantaggio questa tecnica di comunicazione ma siamo sicuri di ricevere sempre e comunque un consenso positivo da parte del pubblico? Se non lo facciamo in maniera COERENTE e sullo stesso territorio di comunicazione rischiamo l’effetto boomerang. 

Interazione con i consumatori: in questo caso la marca interagisce in modo continuativo con i propri consumatori senza pianificare dei possibili dialoghi ma reagendo tempestivamente a possibili attacchi e/o critiche.  

Brand Events. Facciamo Real Time Marketing anche quando l’azienda organizza un evento, lancia un nuovo prodotto o un servizio attraverso la comunicazione di un HASHTAG e l’invito ad un pubblico (di clienti, appassionati, selezionati e/o influencer) ad utilizzarlo. L’obbiettivo è entrare a far parte dei TRENDING TOPIC del momento.   

Eventi anticipati come: le festività sul calendario, spettacoli, o ancora, le giornate mondiali. Questi, fanno tutti parte di quella categoria di eventi PIANIFICABILI. È possibile studiarli con largo anticipo, scegliere se ipotizzarne un esito e schierarsi, pensare di sfruttare l’occasione e in che modo. 

Possiamo fare Real Time Marketing basandoci sulla GEOLOCALIZZAZIONE degli utenti attraverso l’invio di messaggi personalizzati nel momento in cui il pubblico di riferimento si trova in un determinato luogo o posizione. Questa tecnica è definita come Location/Object Based.

Infine, Predictive Analytics Based. In questo ultimo caso sfruttiamo l’analisi dei dati per capire quale potrebbe essere uno specifico bisogno di un determinato pubblico e rispondere tempestivamente con una soluzione (prodotto/servizio) efficace.

Come fare Real Time Marketing?

Per fare Real Time Marketing dobbiamo prendere in considerazione tre principali fattori:

  1. L’obbiettivo
  2. Il pubblico
  3. La social engagement idea/il contenuto

Partiamo dagli obbiettivi, se non li abbiamo chiari come possiamo pretendere di studiare una strategia comunicativa efficace?

Domandiamoci: vogliamo aumentare la popolarità della marca e intercettare nuovi utenti? Oppure spingere le persone ad interagire con noi per aumentare il coinvolgimento del pubblico nei confronti della marca? E ancora, vogliamo migliorare il livello di soddisfazione e il sentiment della nostra audience?

Una volta individuato l’obbiettivo passiamo allo studio del pubblico e all’ASCOLTO. Solo tramite un’attività costante di Social Listening possiamo capire quali sono gli argomenti di maggior interesse o le necessità di una certa categoria di persone. 

Una volta che abbiamo definito i punti 1 e 2 passiamo allo studio della Social Engagement Idea che deve essere intuitiva e coerente con la Brand Equity. Il contenuto parlerà da sé il testo aiuterà l’utente e comprendere il messaggio. 

Fare Real Time Marketing non significa semplificare un testo o divulgare un pensiero con superficialità. Dobbiamo essere creativi, originali, irriverenti, veloci e attenti. 

Nel processo di creazione del contenuto ricorda che vanno sempre rispettate: le leggi dello stato, la policy aziendale, la policy del social del network o della community. 

Ad esempio, rispetta la libertà di parola e l’immagine degli utenti, esplicita sempre il legame che potrebbe esserci tra l’azienda e dipendenti, blogger, agenzie o celebrity, fai attenzione al diritto d’immagine o allo slogan che deve essere in linea con le leggi sulla pubblicità e/o concorrenza sleale.  

Detto questo, è sempre necessario o opportuno trattare i temi caldi per portare visibilità alla marca?

Vi riporto alcuni esempi, a voi le considerazioni.