Quali sono i sistemi di promozione digitale? Strategie e Consigli

81

Per promuoversi online la strada è una sola: produrre degli ottimi contenuti e fare in modo che vengano notati dalle persone potenzialmente interessate.

Detto così sembra facile, vero? Invece, spesso e volentieri ci sentiamo sperduti dentro ad un mare di possibilità così grandi, offerte dal digitale, che quasi ci paralizzano.

In questo articolo andremo a esplorare quelli che sono i principali sistemi di promozione (soprattutto gratuiti) che possiamo mettere in campo per farci notare dalle persone e costruire relazioni e seguito utili ai nostri obiettivi.

La promozione è un momento critico della propria presenza digitale e solitamente è quello dove molte realtà cadono sotto i colpi degli algoritmi.

Se non saremo noi a lavorare per la nostra visibilità, nessuna piattaforma ci aiuterà… se non dietro un bell’ esborso monetario.

Primo passo della promozione: capire il pubblico

Conoscere bene le persone che si vogliono raggiungere è una parte essenziale del lavoro.

Non sto parlando solo della definizione delle buyer personas, dei profili del cliente ideale e via dicendo. Sono certo che sono operazioni su cui hai già passato molto tempo.

Una volta individuata la tua nicchia e gli utenti che la compongono, devi iniziare a produrre contenuti che parlano esattamente lo stesso linguaggio e condividono la stessa filosofia della tua audience. E spesso non sei tu il miglior “diffusore” dei contenuti…

Parliamo degli influencer. Le persone possono anche non fidarti direttamente di te, che sei un professionista o un’azienda che ha tutto il vantaggio di “vendere” informazioni che portano acqua al tuo mulino, ma sicuramente si fidano di una “terza parte” che si occupa del tuo settore di competenza.

Non sottovalutare la bistrattata categoria degli influencer, perché se riesci ad individuare quelli giusti – e ce ne sono davvero in ogni categoria – questi esperti del settore possono aprirti un mondo di possibilità e di credibilità presso un pubblico più vasto.

Sviluppare relazioni con chi è competente e tratta regolarmente argomenti del tuo settore è vitale, così come stringere collaborazioni. 

Quasi certamente gli influencer della tua nicchia li conosci già: sono le persone che segui con interesse online e che vedi avere un seguito appassionato e partecipativo.

A volte una buona idea può essere quella di approcciarli con una piccola intervista sui tuoi canali, oppure di creare un articolo che includa più punti di vista su un argomento specifico. 

Altrimenti puoi fare una lista degli influencer del tuo settore e contattarli uno per uno per segnalare il tuo contenuto!

Stabilire relazioni prima di fare promozione: i commenti

Qualcuno giustamente disse che se non sei tu il primo a mostrarti interessato, difficilmente la gente si interesserà a te.

Questo non vuol dire che devi passare tutto il giorno sui social media, ma pianificare strategicamente le tue sessioni online per fare un po’ di “comment marketing”.

Dopo aver costruito una buona “bolla” di fonti interessanti (ricordi il discorso su influencer ed esperti?) non sarà difficile trovare discussioni nelle quali inserirti.

Non sparare nel mucchio un link senza dire niente, anche perché è il modo più veloce per farsi cancellare il commento e magari pure bannare da gruppi o community.

Prima cerca di sviluppare una conversazione dove esponi il tuo punto di vista sulla questione, introduci degli elementi di valore alla discussione. Solo successivamente, se è il caso, potrai linkare un tuo contenuto che parla di quello specifico argomento.

In ogni caso avrai già aumentato la tua autorevolezza agli occhi di chi segue quell’ esperto, quella pagina o quella community. Sfruttando un pubblico di nicchia che altri hanno costruito.

Promozione intelligente: Guest post

Quando inizialmente hai bisogno di crescere, non aver paura di chiedere di essere “ospitato” su altri siti, blog e pagine che trattano il tuo tema, magari producendo un contenuto originale, senza chiedere nulla in cambio.

Tu ci guadagni un backlink e un pubblico diverso e magari numericamente superiore al tuo, gli altri un contenuto di valore: una strategia win-win che fa comodo a entrambi.

Si tratta ancora una volta di creare relazioni: chissà quali porte si apriranno dai contatti che prenderai e guadagnerai con questo lavoro. 

Che sarà lungo e certosino, chiederà impegno e tempo, ma sicuramente darà soddisfazioni.

Buoni rapporti? Sì, ma anche buone PR

C’è una buona regola che non tramonta mai: quella di affidarsi a dei professionisti capaci. 

Di sicuro assumere un’agenzia di PR per far parlare di noi sui canali giusti è sempre una buona idea, ma prima di tutto è meglio avere qualcosa di cui far parlare.

Se hai tempo e modo di farlo, puoi provare anche a fare delle PR “in house”: ma dovrai prenderti molto spazio nelle tue giornate per scovare tutte le riviste – online e non – i blog, i canali e le community social dove si parla del tuo settore.

Dopodichè, dovrai trovare gli autori che si occupano della tua tipologia di prodotti e servizi, appuntarti le loro email – mi raccomando, non strafare e non essere invadente negli spazi personali – e poi contattare direttamente gli interessati con un messaggio o un’email allettante. 

Informazioni riservate, esclusive, early access, prodotti in prova o servizi gratis per un periodo: ogni mezzo può essere utile per dimostrare quello che vuoi promuovere.

I messaggi del primo contatto devono essere brevi, chiari, fornire informazioni e il motivo per cui sei unico e notevole. Non annoiare la gente con comunicati stampa tutti uguali e copia/incolla.

Hai prodotto dei contenuti social utili, dei video d’impatto? Usa anche quelli.  

Tip 01: Lo Stesso Contenuto, Più Post

Quando crei un bel contenuto, assicurati di declinarlo in più versioni sui vari social ma soprattutto di realizzare delle ulteriori versioni alternative per postare più volte sui social.

Se poi sono contenuti visivamente forti, divertenti, informativi e validi tanto meglio. 

Con la reach ormai generalmente azzoppata sui vari social, stimolare le condivisioni e generare “effetto valanga” è sempre una buona idea.

Tip 02: Crea un Bot e/o una Newsletter

Questo più che un tip è una buona pratica, ormai irrinunciabile, ma è incredibile il numero di attività che non ne fanno uso.

Dalle automazioni della Chat di Facebook Messenger alla creazione di percorsi più o meno complessi, stimolare conversazioni e presentare informazioni a chi interagisce con le nostre pagine social è fondamentale.

Allo stesso modo, è incredibile il numero di persone che non vede (per varie ragioni) i nostri post o i nostri articoli ma è interessata a leggerli se gli arrivano comodamente nella casella email.

Una ragionata selezione periodica di contenuti può raggiungere la nostra fanbase e renderla felice. 

Se è ben curata e con un design accattivante, i numeri lieviteranno.

Tip 03: Trasforma i Tuoi Contenuti in Presentazioni e Webinar

Parlavamo in un articolo precedente di repurpose, trasformazione di contenuti in altri formati.

Uno dei più efficaci e apprezzati è sicuramente quello delle slide che vanno a formare presentazioni accessibili da tutti, magari su SlideShare, da condividere poi su tutte le piattaforme social e in particolare su LinkedIn (proprietaria del servizio)

Queste stesse slide possono inoltre essere la base per video, dirette social o webinar con cui fare lead generation.

Le possibilità sono veramente moltissime per promuoversi online in maniera intelligente, basta prendersi il tempo per capire e sperimentare le tecniche che ci portano più vantaggi e come ottimizzare il tempo da dedicare a questa attività che può fare tutta la differenza del mondo.

E tu che esperienza hai nel campo della promozione dei tuoi contenuti? Raccontacelo nei commenti.