Le grandi innovazioni del futuro e l’evoluzione della tecnologia applicata alla vita dell’uomo, saranno tutte collegate da un denominatore comune: l’Intelligenza Artificiale.

L’università di Bologna, la prima università europea, fondata nel 1088, è la prima nel nostro Paese a introdurre un corso di laurea sull’Intelligenza artificiale. Sono attesi, per il primo anno, una sessantina di studenti, di cui la metà stranieri.

Il corso di Laurea magistrale, in lingua inglese, si concentrerà sulle discipline fondanti e applicative dell’intelligenza artificiale e i laureati saranno specialisti in Artificial Intelligence, figure tecniche altamente specializzate e molto richieste all’interno di aziende che si occupano di tecnologia. 

Recenti studi hanno previsto per i prossimi anni profonde trasformazioni del mercato del lavoro, generate dalle innovazioni in tema di digitalizzazione e dei processi di automazione. Una trasformazione che investirà tantissimi ambiti: dalla medicina all’istruzione, dai trasporti alla domotica.

Negli ultima anni l’Università Alma Mater ha raccolto finanziamenti per quasi 50 Milioni di euro destinati alla ricerca sull’Intelligenza artificiale.

L’istituzione del nuovo corso di laurea nasce, quindi, dalla crescente richiesta di figure professionali specializzate nei settori produttivi più tecnologicamente avanzati.

Un settore che trasformerà il mondo di domani e sul quale, proprio per questo motivo, l’Università di Bologna è pronta a schierarsi in prima linea nel panorama Internazionale.