La Seo è morta?!

701

Una strategia di marketing e comunicazione che diventa sempre più complessa 

Hai mai sentito pronunciare la frase “La Seo è morta”? Se lavori nel settore del web marketing è probabile che tu l’abbia udita almeno una volta. Il motivo dell’affermazione non è da ricercarsi né nell’anzianità della materia, né nell’evoluzione degli algoritmi dei motori di ricerca. 

Oggi il processo d’acquisto è diventato più complesso. Prima di prendere una decisione d’acquisto online, un cliente può entrare in contatto con il marchio attraverso diversi canali mediatici. In passato i canali a disposizione dei potenziali clienti erano il motore di ricerca e l’email. Per ammissione dello stesso Google, oggi il motore di ricerca non è che uno fra i tanti. L’universo dei social network ha pervaso le vite degli utenti e i sistemi di messaggistica istantanea si sono sostituiti per molti aspetti all’email. 

In questo scenario capiamo il senso del presunto decesso: la Seo è passata da essere quasi l’unico modo per emergere su internet, a solo uno dei tanti. 

Ha però il grosso vantaggio e il grosso limite di essere utile solo nel momento in cui l’utente esprime un bisogno, solo nel momento in cui cerca qualcosa sul motore di ricerca per necessità. Bisogna quindi saper comprendere ed analizzare quali sono le keyword più performanti e ottimizzarle. 

La Seo non è morta, ma è semplicemente cambiata. Oggi è impossibile pensare di creare una strategia di web marketing basata solo su questo canale, la bravura deve essere quella di saper coordinare diversi canali per formulare strategie integrate a 360°.

Content is the King, but context is the Queen!