La pista ciclabile “intelligente” nasce in Italia

315

È italiana la pista ciclabile smart

Si chiama mOOvee ha una struttura modulare prefabbricata realizzata con plastica e gomma riciclata.

La pista si adatta a qualsiasi tipo di terreno, è dotata di illuminazione integrata e di una serie di sensori che valutano la qualità dell’aria. Delle spie segnalano eventuali problemi e quando sono necessari interventi di manutenzione e, cosa importantissima per iciclisti, fornisce dati e informazioni ambientali anche sulla qualità dell’aria (CO2 e polveri sottili).

Progetto vincente

Questo progetto è stato sviluppato e brevettato dalla startup milanese Revo, vincendo in così la seconda edizione di “IDEA – Innovation Dream Engineering Award”, il concorso per startupper e innovatori chiamati a presentare progetti innovativi in tema di smart living, smart cities, domotica e biotecnologie, promosso dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano.

Afferma Marco Lucci, project manager di Revo: “Il nostro progetto intende favorire l’uso della bicicletta per farla diventare il primo mezzo di mobilità urbana e tra le sue componenti vi è il riciclo della plastica, che sappiamo essere un autentico problema in termini di inquinamento“. 

La startup Revo nasce con l’obiettivo di dare un concreto contributo allo sviluppo delle infrastrutture e della mobilità, a vantaggio dell’uso della bicicletta come mezzo di trasporto.

Questa potrebbe essere una grande soluzione innovativa in ottica green, soprattutto in un periodo caratterizzato da un costante allarme e attenzione per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico e il relativo innalzamento dei rischi per la salute, dovuti alla qualità dell’aria delle metropoli italiane.