La piattaforma elimina i falsi follower grazie all’intelligenza artificiale

Instagram ha iniziato da un po’ di tempo a prendere provvedimenti contro il fenomeno dei bot e dei falsi follower che ha fatto molto discutere nei mesi scorsi. Si è scoperto, infatti, che alcuni noti influencer da decine di migliaia di follower, in realtà, un bel po’ di quei seguaci se li sono abilmente comprati.

Il problema, secondo i gestori della piattaforma, non sarebbero solo i finti follower, ma anche quei “cuoricini” provenienti da freddissimi bot programmati per aumentare “l’engagement” sui profili di chi è disposto a spendere per avere successo sul social.

Ma come funziona la rimozione dei falsi account?

Instagram manderà quindi un messaggio agli utenti che hanno permesso l’accesso sul proprio account ad app che portano finti follower tramite bot: il messaggio li avvertirà che l’accesso non avverrà più in modo automatico e che perciò sono tenuti a cambiare la password di sicurezza.

I servizi per acquistare falsi follower

Instagram eliminerà anche le pubblicità ai servizi di acquisto follower.

Di servizi per acquistare finti seguaci su Instagram ne esistono a migliaia. Fino a un anno fa il più famoso era Instragress, poi scomparso.

Molti di questi servizi hanno sede in Est Europa o in Estremo Oriente, dove risiedono migliaia di server tenuti accesi solo per un motivo: mandare verso i profili dei clienti paganti una robusta, ma finta, quantità di like, commenti e nuovi ammiratori.

Non è un problema da poco per Instagram: il social è oggi una potente piattaforma pubblicitaria dove molti marchi spendono ingenti quantità di denaro sia direttamente che indirettamente, in pubblicità o tramite il “product placement”, cioè mettendo in mano ai più noti influencer i loro prodotti.

Ma se gli influencer hanno centinaia di migliaia di follower falsi, di conseguenza anche la pubblicità sarà meno efficace.