fb

Il modo corretto per usare e diffondere i contenuti del blog di EIPASS

1924

A seguito di numerose segnalazioni riguardanti siti di enti di formazione e sindacati che utilizzano senza attribuzione i contenuti informativi del blog di EIPASS, ti illustriamo come condividere i nostri contenuti in maniera corretta, secondo quanto previsto dal DigComp 2.2. 

Tutti contenuti del blog EIPASS vengono rilasciati secondo la licenza Creative Commons CC- BY.

«Creative Commons» è il nome di un’organizzazione americana senza scopi di lucro, la quale ha definito sei licenze — che portano tra l’altro il suo stesso nome, ossia Licenze Creative Commons (CC) — con cui gli autori possono tutelare le loro opere, facendo comunque in modo che siano liberamente utilizzabili, modificabili e condivisibili.

Le licenze Creative Commons sanciscono il principio del some right reserved, in virtù del quale alcuni diritti sulle opere sono riservati (non tutti i diritti come invece avviene per il Copyright). Le licenze Creative Commons, infatti, indicano i diritti che l’autore di un’opera tiene per sé, e i diritti ai quali invece decide di rinunciare.

Ma che cosa concede a terze persone la licenza Creative Commons CC-BY?

Sei libero di:

  • Copiare e ridistribuire il materiale in qualsiasi supporto e formato;
  • Modificare il materiale per qualsiasi scopo, anche commerciale.

L’unica condizione per usare il materiale coperto dalla licenza Creative Commons CC-BY è fornire un’adeguata attribuzione di paternità. Bisogna, in sintesi, indicare chiaramente la fonte da cui il materiale è stato preso. Nel caso dei contenuti del blog EIPASS, il loro utilizzo è condizionato proprio dall’indicazione esatta dell’articolo del blog da cui sono stati presi, per condividerli o modificarli.

Quando siamo di fronte a una risorsa online, è bene interrogarci sul modo in cui il suo autore ha deciso di distribuirla. È dunque importante saper riconoscere le licenze Creative Commons. 

Siamo felici che i nostri contenuti siano presi come riferimento autorevole e ne appoggiamo la condivisione, purché questa avvenga citando sempre la fonte.

Nel prossimo articolo vedremo tutte le altre licenze Creative Commons disponibili e come attivarle.