Google for Education, la suite digitale che semplifica la scuola

651
ricerca google

Google suite for Education raccoglie app e strumenti digitali in grado di supportare studenti e insegnanti nel loro lavoro quotidiano. Uno spazio gestito in cloud che permette, tra le altre cose, di condividere testi e compiti in classe, inviare feedback personalizzati, animare chat di gruppo. Il tutto beneficiando della potenza, della praticità e della sicurezza che Big G è in grado di assicurare. Vediamo come funziona e come fare per attivarla.

Google Suite for Education, la scuola proiettata nel futuro

L’evoluzione digitale della scuola passa necessariamente dall’utilizzo di tool adeguati, che siano in grado di supportare i docenti e gli studenti nel loro lavoro quotidiano, semplificandolo e rendendolo davvero “smart”. Google ha deciso così di pensare a loro, con una suite espressamente dedicata al mondo dell’istruzione, con dentro tutti gli strumenti e le app di sua creazione che possono essere utili alla didattica.

Si tratta di un pacchetto completamente gratuito, che Big G si impegna a mantenere tale anche nei prossimi anni. In Italia possono accedervi solo gli istituti di formazione superiore formalmente accreditati, quindi sia licei che tecnici o professionali (qui viene spiegato come registrarsi).

C’è dentro, ad esempio, Gmail, il servizio di posta elettronica, che permette di creare degli indirizzi mail dedicati esclusivamente alle comunicazioni tra insegnanti e alunni. Così come c’è Drive, la “nuvola” per la condivisione simultanea e sempre aggiornata di documenti di ogni tipo, anche questi creati direttamente con le app ad hoc (equivalenti di Word, Excell e Power Point). Hangouts, invece, può risultare utilissimo per avviare chat di gruppo, con audio e video, e magari consentire la partecipazione ad una lezione anche a studenti lontani o momentaneamente impossibilitati a recarsi a scuola.

Google Classroom, l’aula diventa virtuale

Se quelli elencati fin qui sono strumenti generici di Google, disponibili singolarmente anche per gli utenti privati, il vero fiore all’occhiello della suite per le scuole è Google Classroom. Si tratta di un servizio sviluppato esclusivamente per scuole e università, partendo sempre dall’integrazione dei tool “classici” del gigante informatico. Con un sistema semplice e intuitivo, permette di gestire online tutta una serie di attività didattiche fondamentali, come la distribuzione di materiale per lo studio, l’assegnazione di compiti e la restituzione di feedback personalizzati.

Privacy assicurata e nessun annuncio pubblicitario

Come detto, Google Suite for Education è uno strumento espressamente dedicato alla didattica. Una proposta con cui il celebre motore di ricerca vuole dare il suo contributo alla digitalizzazione dell’istruzione. Quasi una sfida sociale. Per questa ragione, oltre ad essere gratuita, la suite è libera da annunci pubblicitari, che invece compaiono normalmente in tutti gli altri servizi Google. Inoltre, la privacy degli utenti è garantita con il massimo sforzo, senza cessione di dati a terzi, nella consapevolezza che sulla piattaforma possono girare informazioni sensibili, anche riferite a soggetti minorenni.

Articolo precedente3 buoni motivi per imparare a fare SEO
Articolo successivoConcorso allievi carabinieri 2019, ecco il bando
Francesco Rossi
Romano di periferia, ma con un pezzo di cuore umbro (Norcia). Professionalmente nasco giornalista, con un’inspiegabile laurea in giurisprudenza. Prima carta stampata, poi radio, poi attività di ufficio stampa nel settore bancario e assicurativo. Poi il web, finalmente. E con lui il copywriting, il brand journalism e la SEO. Oggi sono un consulente per aziende, PMI e liberi professionisti. Mi occupo di ideare e implementare strategie di digital content management, con un focus specifico sul brand journalism e il SEO copywriting. Collaboro con diverse agenzie di digital marketing e lavoro per importanti realtà nazionali e internazionali di cui curo il posizionamento sui motori di ricerca.