Facebook Mapping con AI: tra local marketing e sostegno in momenti di crisi

179

Facebook lo sa che i servizi di mapping non sono ancora eccellenti, milioni di strade in tutto il mondo devono ancora essere mappate e questo è un vero problema in particolare nei paesi in via di sviluppo. La mancanza di dati cartografici può ritardare la risposta ai disastri naturali, l’organizzazione delle comunità e le economie locali. Mentre in alcune parti del Mondo i progetti gestiti dai governi come Ordnance Survey del Regno Unito hanno prodotto enormi vantaggi, in gran parte delle zone del Mondo non si è ancora arrivati a conoscere alla perfezione ogni zona del territorio.

Facebook Mapping di cosa si tratta?

Si tratta di sforzi come OpenStreetMap, il servizio “Wikipedia per le mappe” che consente a chiunque di aggiornare e modificare le mappe online, che invita le aziende a pagare fino a $ 20.000 all’anno per sostenere il progetto e ottenere un posto in un comitato consultivo di recente formazione, inoltre recluta migliaia di volontari per catalogare strade, edifici e ponti ogni giorno.

Facebook Mapping è un processo arduo, ma sostenuto da Facebook Inc., che ha collaborato con comunità locali e partner per mettere a punto Map With AI, che automatizza alcuni passaggi che richiedono più tempo. Dopo quasi due anni di sviluppo, Facebook sta rendendo Map With AI disponibile per la community OpenStreetMap, include l’accesso alle mappe stradali generate dall’intelligenza artificiale in Afghanistan, Bangladesh, Indonesia, Messico, Nigeria, Tanzania e Uganda e viene fornito con RapiD, un tool di editing di OpenStreetMap basato su Artificial Intelligence.

Molte zone rurali del mondo sono difficili da mappare in loco. Come ho sperimentato nel mio precedente lavoro con la Croce Rossa: le sfide includono posizioni remote, mancanza di energia elettrica e accesso a Internet e ambienti con economie e politiche complesse“, ha dichiarato Drishtie Patel, responsabile del prodotto per le infrastrutture di localizzazione e mappe di Facebook. “Le mancanze nei dati cartografici possono influire su qualsiasi cosa, compresa la risposta ai disastri ambientali, la l’organizzazione delle comunità e l’aiuto all’economia locale

Facebook mapping

Map With AI è progettato per rendere rapida l’aggiunta e la modifica di strade, percorsi urbani ed extraurbani. Facebook afferma che in 18 mesi in Thailandia, il suo team ha utilizzato Map With AI per scoprire il resto delle 600.000 miglia di strade del paese (incluse oltre 300.000 miglia di strade mancanti) e oltre il 90% delle strade mancanti in Indonesia, un processo che avrebbe richiesto da tre a cinque anni aggiuntivi se completate a mano, secondo le stime. Inoltre, la società afferma che, in seguito alle gravi inondazioni avvenute lo scorso anno in Kerala, in India, Map With AI ha accelerato la mappatura della regione grazie al team di OpenStreetMap.

I dati cartografici come quelli raccolti in Thailandia, dati rivisti manualmente da un team di esperti umani, possono essere utilizzati per migliorare l’accuratezza del sistema di segmentazione stradale.

La tecnologia di questa scala, complessità e precisione è diventata disponibile solo negli ultimi anni“, ha dichiarato Map With Dan, responsabile della progettazione AI Danil Kirsanov. “Questo livello di dettaglio significa che può individuare strade non asfaltate, nonché vicoli e persino percorsi pedonali“.

Facebook Mapping e i volontari umani

Una volta che il sistema di Facebook Mapping identifica le strade potenziali, devono essere convalidate prima di essere inviate a OpenStreetMap. Le differenze locali o regionali possono influire sul fatto che le strade siano classificate correttamente, alcuni risultati rintracciano erroneamente o giustamente altre caratteristiche dell’immagine satellitare come: letti asciutti di fiumi, spiagge strette e canali ridotti o mancano del tutto punti di collegamento e percorsi.

Per facilitare questo processo e integrare gli strumenti di convalida della mappatura esistenti come Java OpenStreetMap Editor e HOT Tasking Manager, Facebook ha creato il già citato RapiD, un’estensione open source dell’editor di mappe iD. Utilizzando un processo chiamato conflazione, combina i risultati del modello con i dati già disponibili in OpenStreetMap, fornendo consigli su come unire nuove strade con dati esistenti e prevenendo la sovrascrittura dei dati stradali esistenti con le strade suggerite.

L’editor RapiD consente ai revisori di visualizzare le strade con percorsi errati, evidenziare nuove modifiche e utilizzare nuovi comandi e scorciatoie per attività di pulizia dei dati come la regolazione della classificazione delle strade per adattarle al contesto circostante. I controlli di integrità rilevano potenziali problemi con i risultati del modello, assicurando che le modifiche delle mappe siano coerenti e accurate.

Nel complesso, un buon strumento consente di ridurre le parti dispendiose in termini di tempo disegnando strade in base ai dati satellitari, aumenta l’accuratezza della forma delle strade e offre opzioni per identificare le strade suggerite”, ha scritto Facebook in un post sul blog. “Era importante fornire strumenti che non limitassero le capacità e il giudizio dei mappatori professionisti. Miglioreremo continuamente RapiD in base al feedback di questi mappatori per rendere il processo più fluido. Riteniamo che gli strumenti risultanti migliorino l’utilità delle immagini satellitari per il mapping“.

Facebook afferma che i dati di mappatura convalidati da Map With AI – che saranno disponibili pubblicamente – potrebbero aiutare a informare i progetti di pianificazione e sviluppo urbano e a migliorare i prodotti Facebook che utilizzano OpenStreetMap come Marketplace, Local e Pages. La promozione del territorio passa ovviamente da un rilevamento preciso dei luoghi e delle attività, per la valorizzazione delle stesse e degli angoli del Mondo ancora non conosciuti. Marketplace è uno strumento di Facebook che permette di acquistare, vendere o scambiare prodotti con le persone della commmunity; Local è uno strumento che aiuta a scoprire luoghi da visitare ed eventi vicini, tutto basato sui consigli delle persone della community e Pages permette di collegare un’azienda alla community globale di persone su Facebook.

RapiD è un grande passo avanti verso il raggiungimento di questo obiettivo“, ha aggiunto Radford. “Aumentando quello che prima era un processo interamente manuale – tracciamento delle strade dalle immagini satellitari – RapiD combina il meglio dell’apprendimento automatico con il meglio dell’esperienza umana. Sovralimenta i mappatori“.

Facebook Mapping e Safety Check

Map With AI si basa su altri sforzi di Facebook per facilitare la mappatura con AI, così come il suo progetto di mappe della densità di popolazione in corso e le immagini satellitari per rilevare inondazioni a seguito dell’uragano Harvey in Texas o il rilevamento dei danni da incendio a Santa Rosa, California nel 2017. Facebook in precedenza aveva collaborato con organizzazioni tra cui la Harvard School of Public Health, Unicef, la Banca mondiale e altri enti per produrre mappe in tempo reale prodotte da immagini satellitari, visione computerizzata, dati di censimento e dati proprietari. Afferma che sta sviluppando nuove tecniche di machine learning adatte allo spazio problematico del telerilevamento e afferma che sta studiando come applicarle al “lavoro di mappatura stradale su scala globale” con strumenti di supporto.

Facebook da tempo è impegnato nel rilevamento e nel sostegno alle persone in momenti di crisi, come attentati terroristici o disastri ambientali di tipo naturale con Safety Check, lo strumento che permette alle persone di connettersi da angoli diversi del Pianeta con amici e parenti e comunicare il loro stato attraverso:

  • Rassicurare rapidamente amici e parenti geolocalizzandosi in un luogo sicuro
  • Offrire o trovare aiuto
  • Connettere direttamente con altre persone nelle vicinanze per dare o trovare aiuto con risorse come cibo, forniture o alloggi.
  • Raccogliere denaro
  • Supportare le persone colpite da crisi raccogliendo fondi o donandoli.
  • Ottenere informazioni in momenti di crisi
  • Rimanere aggiornato con le informazioni pertinenti

OpenStreetMap – che è supportato dalla OpenStreetMap Foundation senza fini di lucro – è stato lanciato nel 2004 e da allora è cresciuto fino a oltre 5 milioni di utenti registrati che raccolgono dati tramite rilevamento manuale, dispositivi GPS, fotografia aerea e altre fonti gratuite. Le mappe raccolte sono disponibili sotto la Licenza Open Database per l’uso in entrambe le applicazioni tradizionali e i dati predefiniti inclusi con i ricevitori GPS. Oltre a Facebook, aziende come Craigslist, OsmAnd, Geocaching, MapQuest Open, Flickr, MapQuest, MapBox, Moovit, Tableau, Niantic, Snapchat, Webots, software statistico JMP e Foursquare hanno sfruttato il database OpenStreetMap per la mappatura e le attività di routing di base.

Articolo precedenteEIPASS Experience, l’intelligenza emotiva convince tutti
Articolo successivoConcorsi e Bonus di merito anche ai docenti precari: le novità del Decreto Scuola
Monia Taglienti
Consulente Comunicazione e Digital Marketing Manager, si occupa di strategie digitali per Pmi e comunicazione integrata come Freelance. Collabora come Docente e Formatore presso la BIC Lazio e organizza eventi per la promozione del territorio e lo sviluppo dell’imprenditoria femminile insieme allo Spazio Attivo della provincia di Latina. Partecipa in qualità di Digital Analyst a progetti di Cooperazione Internazionale per la promozione culturale e la valorizzazione del territorio. Socio di Strategie Digitali Srl dove ricopre il ruolo di Social Media Specialist e Responsabile Comunicazione e Marketing. È iscritta a Dottori in Scienze della Comunicazione e a Joomla Lombardia. Ha scritto “Facebook Marketing Pro” e ha contributo ai testi “Digital Marketing per lo Sport” e “Web Marketing Turistico e oltre” tutti editi da Hoepli.