In occasione dell’evento “Masters of Digital 2019” tenutosi in questi giorni a Bruxelles, a cui hanno partecipato i responsabili politici di alto livello dell’UE, è stato presentato il “manifesto per un’Europa Digitale più forte verso il 2025”, ultima chiamata per i Paesi che vogliono essere competitivi nell’era dell’economia digitale.

L’obiettivo, sostenuto da tutti, è dare unaspinta verso una “Europa Digitale” che impieghi le innovazioni in campo tecnologico per il bene comune, più posti di lavoro competitivi, una salute migliore e servizi pubblici più efficienti, che spinga all’inclusione digitale, alla crescita ecosostenibile e policy mirate a portare benefici alla società.

Questa chiamata arriva in un momento importante per l’Europa, in cui i leader politici europei dovranno sfruttare i valori condivisi per cogliere tutte le opportunità dell’era digitale.

Il manifesto sottolineasette aree di interesse su cui lavorare per crescere e rimanere competitivi a livello mondiale.

  • Digital single Market– per generare crescita e rimanere competitivi nell’era digitale globale, l’Europa deve consolidare il suo mercato unico e risolvere la frammentazione digitale.
  • Inclusione– guardare il progresso tecnologico come opportunità, innalzare il livello di formazione fornendo le giuste competenze digitali.
  • Crescita green– l’Europa deve sfruttare le tecnologie digitali per costruire un’economia sostenibile, a basse emissioni di carbonio e efficienti sotto il profilo delle risorse.
  • Innovazione – l’Europa ha la necessità di investire nell’adozione di tecnologie digitali innovative, sostenendo la creazione di nuovi e virtuosi ecosistemi in settori in cui l’Europa possiede un vantaggio competitivo.
  • Fiducia– la capacità dei governi di cooperare a livello globale per rafforzare la sicurezza informatica e proteggere la privacy dei cittadini nei flussi di dati.
  • Politica agile e policy mirate– l’Europa deve definire obiettivi chiari e sostenere delle politiche basate sul coinvolgimento e la sperimentazione di più stakeholder attraverso standard normativi.

Leadership– i leader europei devono coordinarsi per avere una visione chiara e obiettiva su come la digitalizzazione può migliorare la società europea ponendo alla base valori comuni.