La Fondazione con il Sud, nell’ambito del Bando Adolescenza, ha scelto di finanziare con 711mila euro il progetto EduFab Lab, realizzato a Biella. Un’idea che coinvolge oltre 50 partner, tra cui anche EIPASS. L’obiettivo è creare degli spazi condivisi che offrano ai ragazzi tra gli 11 e i 17 anni la possibilità di accedere a servizi educativi e culturali di qualità.

EduFab Lab, costruire spazi a misura di ragazzo

Gli adolescenti hanno bisogno di luoghi di aggregazione. Ovunque vivano, in grandi città o in piccole realtà di provincia, hanno la necessità di accedere a spazi pensati per loro, che gli offrano la possibilità di esprimersi e di imparare, di crescere e di capire.

È questa l’esigenza a cui vuole rispondere il progetto EduFab Lab, messo a punto, a Biella, da oltre 50 realtà attive sul territorio: scuole, associazioni, società sportive, enti pubblici, consorzi. Tra questi c’è anche EIPASS, che ha scelto di mettere a disposizione dell’iniziativa il suo bagaglio di esperienza e competenza nel campo dell’educazione digitale.

Gli EduFab Lab saranno dei veri e propri laboratori fisici, pieni di servizi ed opportunità: spazi per lo studio, musei, impianti sportivi, sportelli di orientamento e di supporto psicologico, aule di formazione per docenti e genitori. Questi spazi andranno a rispondere quindi a specifiche esigenze educative degli adolescenti, che spesso non trovano adeguata attenzione.

Un sostegno concreto: 700mila euro per realizzare i laboratori

L’ambiziosa sfida degli EduFab Lab ha suscitato molta attenzione, tanto da trovare un sostegno concreto nell’impresa sociale Con i Bambini, interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. Il progetto, infatti, è risultato tra quelli vincitori del Bando Adolescenza, dedicato proprio ai fabbisogni educativi dei ragazzi tra gli 11 e i 17 anni, e riceverà un finanziamento di 711 mila euro.

Lo stanziamento proviene dal “Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile”, creato da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. L’obiettivo del fondo è facilitare l’avvio di iniziative che puntano a rimuovere gli ostacoli sociali, economici e culturali che impediscono ai minori di usufruire di servizi e processi educativi.