È arrivata l’app che permette ai sordi di conversare trasformando la voce in testo

230

Si tratta di un’App che trasforma gli Smartphone in uno strumento che permette alle persone non udenti di far conversazione in tempo reale.

Tutto ciò è possibile avviando una sessione di trascrizione che converte il linguaggio parlato in un testo che compare sul display dello Smartphone, dando la possibilità così alle persone con problemi di udito una maggiore indipendenza nelle loro interazioni quotidiane.

È inoltre progettata per filtrare i rumori ambientali e indesiderati per una migliore esperienza, e se la conversazione si interrompe per poi riprendere, il telefono vibra per avvisarti.

L’applicazione si chiama Live Trascribe ed è stata realizzata da Google con il contributo della Gallaudet University, Università frequentata da persone non udenti, che l’ha testata sui suoi studenti.

“Ora possiamo fare cose che non erano nemmeno lontanamente possibili qualche anno fa, come partecipare a una conversazione a tavola o ogni volta che se ne presenta l’opportunità”, ha detto Christian Vogler, studente della Gallaudet University.

L’app “comunica” in più di 70 lingue, compresi alcuni dialetti ed è facile da usare, richiede una connessione internet e, un aspetto molto importante, non memorizza nessuna trascrizione sui suoi server, mantenendo privacy e anonimato.