Come trovare lavoro su internet con il blog

2093

La guida per trovare lavoro sul web con un blog (il tuo)

Il web offre un punto di forza imprescindibile per chi cerca un nuovo impiego: la possibilità di intercettare persone differenti in modo semplice e diretto. Questo non vuol dire che ottenere un lavoro sul web può essere vista come un’impresa facile. Ma ci sono strumenti potenti che possono velocizzare e facilitare l’impresa. Uno di questi è il content marketing, e ti assicuro che trovare lavoro su internet con il blog è possibile.

Soprattutto se ami ciò che fai, se hai una passione sincera per il tuo lavoro. Uno chef, ad esempio, può avviare un food blog e farsi conoscere come autore di ricette. Lo stesso discorso vale per un social media manager o un grafico pubblicitario.

Il blog funziona perché rappresenta il punto di partenza di ogni grande strategia basata sull’ inbound marketing. Vale a dire la promozione che consente di farsi trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di te. Ma cosa significa questo? Ecco come trovare lavoro su internet con il blog, qui trovi i passi essenziali per proseguire.

Acquista un dominio e un hosting per il tuo blog

Ecco il primo passo per creare uno strumento valido rispetto alla possibilità di trovare un impiego o nuovi clienti attraverso il blog. Questo strumento deve essere professionale e ciò significa crearlo con un dominio di proprietà e un hosting privato. La sintesi: bisogna evitare servizi gratuiti come Blogspot, Tumblr, Medium o WordPress.com. 

Niente in contrario a questi strumenti, ma non sono ideali per chi vuole presentarsi come un professionista: acquista un hosting di qualità e il dominio che rispecchi la tua professionalità o il tuo brand personale (nome + cognome) e inizia a costruire il blog.

Individua un tema che rispecchi il tuo lavoro

Dopo aver scelto il dominio, aver impostato il CMS sull’hosting e definito due o tre aspetti tecnici di base puoi procedere con la veste grafica del blog. Se ti rivolgi a un web designer professionista devi valutare le bozze proposte, altrimenti è il momento di scegliere il tema adeguato al tuo progetto. Ne trovi diversi nella directory ufficiale di WordPress ma se vuoi dare una marcia in più al tuo blog devi andare su Themeforest.

Come trovare lavoro su internet con il blog? Comunicando immediatamente chi sei e cosa fai. Quindi, oltre a definire un nome chiaro e una tagline indicativa, devi scegliere un template in grado di trasmettere con semplicità informazioni sulla tua professione. 

Su Themeforest – uno dei migliori siti del settore – trovi temi e layout pensati per ogni esigenza. Se sei un fotografo hai la possibilità di scaricare template con grandi spazi per mostrare le immagini, se lavori nel campo della cucina hai centinaia di alternative che comunicano subito l’argomento al lettore. Insomma, questo è un passaggio decisivo.

Dai il benvenuto all’utente nella home page

Il blog si basa su una pagina iniziale formata da una serie di articoli che si susseguono con una sequenza periodica. Il ritmo di pubblicazione lo decidi tu, ma puoi anche scegliere di mostrare qualcosa di diverso nella pagina iniziale. Il mio consiglio?

Fai capire subito chi sei e cosa fai, su WordPress c’è una funzione che consente di impostare una pagina fissa come home page, ma io preferisco scegliere template che permettono di gestire la pagina principale come una sorta di presentazione: una landing page in cui già puoi trasformare il lettore in contatto interessato al prodotto o servizio.

Poi il blog lo sistemiamo in una cartella, ad esempio miodomio.it/blog. Attenzione, mai organizzare il diario con i vari articoli in un sottodominio: il blog perderebbe la centralità che gli spetta, sembrando un progetto secondario e quasi scollegato dal brand.

Crea delle landing page per i servizi

Ho citato le landing page nel paragrafo precedente. Sto parlando delle pagine di atterraggio, quelle che permettono di vendere il prodotto, prenotare il servizio, richiedere un preventivo. Il concetto base è questo: ogni attività deve avere una landing page. 

Mai proporre un’unica pagina servizi per ottenere richieste sulle singole attività, ti servirà diversificare le pagine di conversione per diversi motivi. In primo luogo per eventuali pubblicità di Google Ads o Facebook. Poi c’è il posizionamento sui motori di ricerca. E lo stesso equilibrio del sito, la struttura del blog personale, deve avere una risorsa pensata per trasformare i lettori interessati a un singolo servizio in potenziali clienti

Inoltre, questa singola landing page deve essere inserita come link interno nei vari articoli che pubblichi, attraverso anchor text o magari banner. Meglio ancora se usi dei bottoni. In questo modo completi in discorso di inbound marketing accennato all’inizio.

Pubblica articoli per farti trovare

Questa è la vera anima del blogging, la strategia vera che ti consente di attivare le strade del successo quando decidi di farti trovare da possibili datori di lavoro e clienti.

Devi sfruttare il blog per intercettare esigenze, richieste, curiosità, interessi del potenziale pubblico. Quindi, in primo luogo devi definire chi sarà il tuo lettore ideale: un utente medio o un professionista? Vuoi farti conoscere da clienti finali (B2C) o proprietari di azienda (B2B)? In base a queste riflessioni devi creare un calendario editoriale.

Vale a dire un documento (qui puoi scaricare un modello utile) nel quale inserire date di pubblicazione, categoria del contenuto e titolo. Che ovviamente non nasce dal caso.

Il calendario si sviluppa da una ricerca delle keyword. Questo lavoro può essere svolto con tool professionali, come Semrush o Seozoom, o gratuiti. In questo caso possiamo operare con Ubersuggest, Answer The public e lo stesso Google Suggest.

Crea buone relazioni con il pubblico e i colleghi

Basta questo per trovare lavoro su internet con il blog? No, oltre a scrivere grandi contenuti (che intercettano il pubblico, permettono di far crescere il tuo brand e consentono al tuo nome di diventare autorevole rispetto a un tema) devi creare relazioni. 

Sai come inizia il ClueTrain Manifesto? I mercati sono conversazioni. Questo significa che se vuoi far parte dei giochi devi essere disposto a interagire con gli attori. 

Se qualcuno lascia un commento devi rispondere, se condividi il post su Facebook e attiri intenzioni devi intervenire e risolvere i dubbi. Questo crea autorevolezza e fiducia nei tuoi confronti, verso il brand che stai proponendo ai lettori. Ricorda, per trovare lavoro su internet non basta scrivere, devi comunicare. E lo devi fare portando valore reale.

Possibile trovare lavoro con il blog?

Se dai continuità al tuo operato sì, è possibile. Ci vuole tempo però, non è un passaggio immediato. E neanche certo, le sicurezze non fanno parte di questo modo. Però con queste premesse hai delle possibilità in più rispetto al classico mandare curriculum. Anzi, con il blog lo crei giorno dopo giorno, non credi? Sei d’accordo con quest’idea?